Donazioni in criptovaluta

Con la crescita di Bitcoin, le donazioni di bitcoin sono in aumento presso le organizzazioni non profit. Nel 2013, Save the Children è stata la prima organizzazione non governativa internazionale al mondo ad accettare donazioni di bitcoin. Attraverso la raccolta fondi bitcoin, possiamo apportare cambiamenti significativi per le organizzazioni non profit. I donatori di bitcoin sono incentivati dalle tasse e più giovani dei donatori in contanti. Le donazioni di bitcoin e molte organizzazioni no profit che accettano di riceverle sono in aumento. La tua organizzazione no profit è pronta per il futuro dell'accettazione di donazioni di Bitcoin?

Cos'è Bitcoin?

Cos'è Bitcoin

Bitcoin è una valuta digitale decentralizzata creata nel gennaio 2009. Bitcoin è noto come un tipo di criptovaluta perché utilizza la crittografia per mantenerlo sicuro. Secondo il BigONE , bitcoin è la criptovaluta più grande del mondo per capitalizzazione di mercato. Bitcoin viene spesso definito "oro digitale" dai suoi sostenitori. Il termine si riferisce all'idea che bitcoin possa fornire una riserva di valore simile all'oro.

Pertanto, non dovrebbe sorprendere che non solo molte delle più grandi aziende del mondo, ma anche molte piccole imprese abbiano iniziato ad accettare Bitcoin come pagamento per beni e servizi. Inoltre, alcune organizzazioni no profit e di beneficenza che accettano raccolte fondi tramite bitcoin sono in aumento. Ne avvantaggia sia le organizzazioni che i donatori di bitcoin.

Perché le organizzazioni non profit dovrebbero accettare donazioni di Bitcoin?

Le organizzazioni no profit accettano donazioni in criptovalute

Una donazione di bitcoin è un regalo per beneficenza, aiuti umanitari o per favorire una causa. Di seguito puoi trovare un breve elenco dei vantaggi dell'accettazione di bitcoin.

  • Rivolgiti a un nuovo segmento di possibili donatori (donatori di bitcoin), costituito da un numero crescente di persone che possiedono bitcoin.
  • Aggiungi un nuovo metodo di pagamento e massimizza il volume delle donazioni.
  • Promuovi il tuo marchio e ottieni un ritorno di visibilità, come organizzazione no profit all'avanguardia nelle tecnologie innovative.
  • Migliora la conoscenza dei tuoi dipendenti, donatori e parti interessate su questo movimento.
  • Fornire una soluzione senza scopo di lucro ai possessori di bitcoin che devono pagare le tasse sulle plusvalenze (la detrazione fiscale è disponibile negli Stati Uniti e in altri paesi).
  • Sii diverso: oggi solo poche organizzazioni no profit accettano bitcoin e potresti attirare l'attenzione dei filantropi bitcoin.

Inizia con la donazione Bitcoin utilizzando MixPay

Con il boom del bitcoin, oggi ci sono molte opzioni per aiutare le organizzazioni non profit a iniziare con bitcoin. MixPay è stato creato per renderlo possibile, offriamo una soluzione conveniente e flessibile nelle donazioni di bitcoin grazie alla sua capacità sottostante di separare le tre parti della quotazione, del pagamento e del regolamento. Ciò significa che, indipendentemente da ciò con cui pagano i donatori di criptovalute, le organizzazioni non profit possono scegliere di accettare le criptovalute che preferiscono e MixPay le converte automaticamente.

Come accettare donazioni bitcoin con MixPay presso la tua organizzazione no profit? Qui ci sono solo tre passaggi come di seguito.

  • Scarica e registra Mixin Messenger , quindi aggiungi il bot MixPay (ID:7000104220).
  • Crea un codice QR o un link per la donazione con MixPay.
  • Inserisci il codice QR o il link per la donazione sul tuo sito web, i donatori possono selezionare la criptovaluta che possiedono per donare semplicemente scansionando un codice QR o facendo clic su un link e le organizzazioni no profit possono scegliere di accettare il bitcoin.

Clicca qui per ottenere una guida dettagliata*

Il nostro gateway di pagamento in criptovaluta fornisce il modo più semplice per le donazioni. Se ti senti pronto ad ampliare i tuoi orizzonti e ad aprirti ad accettare donazioni in bitcoin, MixPay ti aspetta.

Quali organizzazioni non profit accettano donazioni Bitcoin?

  • Save the Children accetta donazioni in bitcoin. Il Save the Children Fund, comunemente noto come Save the Children, è stato istituito nel Regno Unito nel 1919 per migliorare la vita dei bambini attraverso una migliore istruzione, assistenza sanitaria e opportunità economiche, oltre a fornire aiuti di emergenza in caso di calamità naturali, guerre, e altri conflitti. (Da Wikipedia )
  • The Water Project accetta donazioni di bitcoin. The Water Project, Inc. è un'organizzazione senza scopo di lucro 501(c)(3) che libera il potenziale umano fornendo progetti idrici affidabili alle comunità dell'Africa subsahariana che soffrono inutilmente della mancanza di accesso ad acqua pulita e servizi igienici adeguati.
  • Humanity Road accetta donazioni di bitcoin. Humanity Road è stata fondata nel 2010 da Chris Thompson e Cat Graham, sorelle gemelle che hanno creato l'organizzazione per connettere persone, animali e funzionari di emergenza con aiuto e risorse quando si verifica un disastro. Humanity Road ha aperto la strada alla nuova generazione di aiuti umanitari attraverso l'ascolto sociale. Hanno costruito un processo incentrato sull'adozione precoce e sul miglioramento in risposta al disastro improvviso.

Più risorse

Informazioni su MixPay

MixPay, protocollo di pagamento decentralizzato Web3

MixPay Protocol è un protocollo di pagamento web3 decentralizzato, che collega diverse catene, diversi token, diversi portafogli e scambi, sia che si tratti di un portafoglio on-chain (MetaMask, Trust Wallet) o di un portafoglio centralizzato (Blockchain.com, BlockFi) o scambi (Binance, Coinbase). Finché accedono al protocollo MixPay, possono fornire ai propri utenti servizi di pagamento sicuri, semplici e gratuiti in qualsiasi parte del mondo contrassegnati da MixPay, senza che i commercianti debbano preoccuparsi di quale portafoglio o token utilizza il cliente per pagare, proprio come quello Visa e Mastercard fanno nel campo dei pagamenti tradizionali.

Ufficiale | Aiuto | Blog | Sviluppatori | Twitter | E-mail